#la buonascuola4

Share Button

Continuo, in solitaria, il mio commento al DDL di riforma della scuola. Sui potenziamenti di Arte,Musica e Materie Linguistiche aspetto di vedere i regolamenti ed i dettagli perché, detta così, non mi dice proprio nulla visto che negli anni, ciclicamente, e con nuovi Governi si metteva e si toglieva, si aggiungeva e si levava, veramente, finora,  una coltre spessa di caligine, impenetrabile ed infruttuosa. Perciò, aspettiamo.Mi soffermo,però, su un punto già stralciato alla Camera: il 5 per mille alle Scuole. Dico due parole con un riferimento personale: quando cominciarono a mancare i soldi alle scuole ( e per progetti importanti, a valenza studenti) mi diedi da fare, anche con l’Agenzia delle Entrate locale per percorrere la strada del 5 x 1000 alla mia Scuola. Premesso che già dentro le mie segrete stanze incontrai quante e quali riserve, difficoltà, arricci di naso, fastidi e via discorrendo, di fatto però non fu possibile. Beh, che altro ci si poteva aspettare quando per comperare sussidi didattici (LIM, ecc) dovevamo aggiungere 20 x 100 di IVA e più e per beni inventariati  dello Stato comperati con soldi che ci eravamo andati a cercare nel privato! Anche tendere sempre la mano per la Scuola (di Stato!) non era proprio il massimo ed anzi era abbastanza fastidioso, specie quando davanti avevi persone spocchiose ( e ignoranti).  Comunque se l’articolo è già stato stralciato significa che saranno stati pesati pro e contro , anche se, a naso, mi sa che i soldi alle scuole continueranno a mancare. E mancheranno alla Ricerca, alle Onlus e via discorrendo ma l’argomento lo abbandono subito (per ora) perché ci riporta alla Madre di tutti i problemi: perché si sprecano i soldi pubblici? perché c’è corruzione? perché gli ingiusti privilegi di certe Caste?

gabriella rosso

evergreen, ovviamente!