Silenzio

Share Button

Hanno infuriato

potenti

e inarrestabili

gli elementi

del mondo

e soverchiato

risucchiandolo

il cuore

che alitava

vita in me.

 

Se ne è andata

l’illusione

il sogno dorato

la nube luminosa

che

per errore

mi avvolgeva

in un suono timido

di campanelli.

 

Hai frantumato

un delicato cristallo

un fiore irreale

iridescente

una bolla

leggera

che un soffio piccino

accompagnava

alle stelle

sognanti

di un dio crudele.

 

Scendo

senza ritorno

nel buio di ghiaccio

che trapassa

e uccide

la speranza.

 

gabriella rosso

evergreen, ovviamente!